Hana Breko

Music and Religious Orders in Dalmatia in the 17th Century

  • Abstract

Informations and abstract

Keywords:

Obiettivo di questo contributo è l'elenco delle fonti principali che testimoniano l'attività musicale degli ordini religiosi nel frammentato contesto storico del Seicento in Dalmazia. L'ordine francescano, che ha notevolmente contribuito a favorire tali attività musicale, ha conservato le proprie testimonianze principalmente in cantuali manoscritti e libri liturgici a stampa impressi a Venezia e a Roma. Tra i nomi di compositori presenti nelle raccolte troviamo quelli del benedettino Damjan Nembri, autore della raccolta "Brevis et facilis psalmorum" (Venezia, 1641) e del francescano Ivan Marko Lukacic, autore della collezione di mottetti "Sacrae cantiones" (Venezia, 1620). Importanti testimonianze del barocco francescano sono rappresentate dai codici riccamente illustrati e annotati di fra Bone Razmilovic, che, come i tredici codici del francescano Frane Divnic di Zara - compilati nel periodo compreso tra il 1645 e il 1668 -, appartengono al fondo del monastero francescano di Pljud a Spalato (1670-1675). Singolare importanza hanno i due cantuali del 1645 e del 1654 contenenti brani a due voci scritti con notazione mensurale nello stile del canto fratto. L'attività musicale francescana nella Dalmazia del Seicento è spesso definita conservativa e tradizionale, con eccezionali e rari esempi innovativi, ma un'analisi comparativa con analoghe fonti italiane porta a concludere che questi elementi potrebbero essere l'esito intenzionale di un atteggiamento legato alla prassi di adeguare la lezione al contesto locale.

Trova nel catalogo di Worldcat

Article first page

Article first page